La sala colazioni dell’hotel vista da un architetto

Il buongiorno si vede dal mattino! La prima colazione è forse il pasto più importante della giornata ed il servizio oltre al pernotto più acquistato in hotel. Di conseguenza anche il luogo dove deve essere consumata deve dare questa sensazione di accoglienza, evolversi e modificarsi per seguire questa tendenza. La qualità della colazione è in percentuale uno dei parametri di giudizio più presenti nell’analisi semantica dell’hotel.

Specialmente negli hotel in cui non c’è una connotazione specifica di tipologia di clientala o stagionalità è necessario pensare ad una grande flessibilità sulla scelta della postura con cui consumare la propria colazione in un ambiente che sia accogliente, emozionale ed anche innovativo e futuristico.

sala colazioni dell'hotel

Vediamo di fare una piccola analisi sulle scelte progettuali per la realizzazione di una sala colazioni adatta alle future esigenze di una struttura ricettiva.

L’area da destinare a questa funzione deve preferibilmente essere adiacente alla zona reception e separata da un eventuale sala ristorante disponibile in hotel e con la possibilità di essere collegata ad uno spazio esterno da utilizzare nella bella stagione; alla mattina infatti il contatto con l’ambiente esterno sia fisico che panoramico è sicuramente una soluzione vincente. Proprio per questo a volte è anche interessante la collocazione ad un piano mezzanino o primo che abbia a disposizione una terrazza.

Prima di arrivare alla sala colazioni, sarebbe interessante inserire dei profumatori d’ambiente invisibili (disponibili in commercio) alla fragranza del caffè, della cioccolata o della brioche calda in modo da iniziare a stimolare la sensorialità.

Entrando nella sala colazioni è necessario essere accolti velocemente dal personale che indica un tavolo o lascia libero il cliente di scegliere quello che più lo aggrada anche in termini di tipologia di seduta e per questo è interessante avere a disposizione tavoli tradizionali con sedie, banchi in linea ad altezza sedia e sgabello oltre a zone con seduta tipo lounge e tavolo basso.

Nella zona centrale e facilmente raggiungibile più o meno dalla stessa distanza è importante distribuire l’area dedicata al self service dei prodotti per la colazione con la preferenza ad una distribuzione su un percorso che consenta di girare intorno pittosto che in linea in modo che chi ha dimenticato qualcosa o ancora non ha deciso non sia costretto a ritornare indietro e rifare tutto il percorso; per lo stesso motivo sono sconsigliati più punti dislocati nello stesso ambiente ma distanti. L’area del servizio deve essere concentrata.

Molto importante è anche avere a disposizione un angolo bar con macchina del caffè, più o meno grande, che consenta al cliente di poter anche ordinare direttamente un espresso o un altra bevanda calda che non sia quella delle macchine automatiche. La scelta di avere sia il bar tradizionale che la macchina automatica è vincente perché non priva il cliente di un servizio spesso troppo standardizzato e semplificato. L’angolo bar consente anche eventualmente di poter consumare una colazione veloce in piedi per chi ha fretta o in altri momenti della giornata.

L’ideale sarebbe che la sala colazioni e l’area bar della struttura coincidessero in modo che lo spazio sia usufruibile anche nel resto della giornata per aperitivi o altri eventi legati a coffe break o light lunch per meeting e conferenze. Anche in questo caso si garantisce la massima flessibilità della struttura ricettiva e l’intersezione del traffico tra I clienti dell’hotel ed eventuali esterni che soggiornano temporaneamente.

Nella scelta della disposizione dell’arredamento in questo ambiente è necessario scegliere la massima funzionalità, linearità e semplicità al fine di facilitare la pulizia ed il facile ricambio al tavolo del cliente, sconsigliando per esempio la tovaglia classica che diventa una perdita di tempo ed un incremento del costo di gestione.

L’hotel deve rendersi smart in tutto e per tutto ed il design è l’elemento unico che possa aiutarlo a intraprendere questa direzione … via gli orpelli!

Di seguito inserisco una piccola scheda di un progetto sviluppato per una struttura ricettiva che desiderava una sala colazioni assolutamente innovativa sia nell’estetica che nella funzionalità e nell’atmosfera con il motto del “fast breakfast”.

Nella frenesia della contemporaneità anche il momento della colazione puo’ diventare “veloce”, ecco quindi il concept per poterlo fare comunque in un ambiente confortevole e suggestivo. Una serie di anelli ellittici che si collocano con assi sfalzati intorno al banco centrale che funge da espositore delle vivande da scegliere, posti a diverse quote dal pavimento per permettere di stare seduti su di un pouf o su di uno sgabello ed essere serviti con estrema rapidità semplicemente indicando al cameriere il proprio gradimento. Un modo di consumare e servire che trae ispirazione dalla tradizione giapponese.

una bella sala colazioni d'hotel

Nello stesso ambiente è comunque possibile poter fare colazione in modo tradizionale stando seduti in una comoda poltroncina imbottita, scegliendo quello che si preferisce nel banco buffet ricavato nelle nicchie della parete in pietra. Diverse sedute per diverse posture quindi, che danno origine a varie “tempistiche” per consumare il primo pasto della giornata e che diventano il fil rouge dell’ambiente, colorate, generate in forma organica e collocate tra linee geometricamente pure.

altro esempio di sala colazioni d'hotel

Che ne pensate? Vi piacerebbe fare colazione in un ambiente del genere?

Daniele Menichini, architetto e designer, nasce ad Engelberg in Svizzera nel 1968. Nel 1995 si laurea presso la Facoltà di Architettura di Firenze e nel 1996 fonda lo “Studio di Architettura Daniele Menichini”, che si occupa di progettazione, interni, allestimenti, design, comunicazione visiva ed art direction di aziende nel settore dell’arredamento home e contract. All’accurata ricerca teorica affianca un attento lavoro pratico nel campo dell’architettura degli interni dedicandosi allo studio delle problematiche dell’abitare, del vivere contemporaneo, dell’ospitalità, della ricettività, della vendita in showroom, della ristorazione, del divertimento e del benessere.

Lascia un commento

  1. Rispondi

    concordo

 
booking engine hotel

channel-manager

Altri post del nostro blog

vedi tutti