Il cancellation grace period di Booking.com

Il cancellation grace period è l’ultima trovata di Booking.com.

Credo che diversi albergatori siano rimasti infastiditi dall’assurda pubblicità televisiva di Booking.com inneggiante alla cancellazione libera:


Ecco che spunta da un paio di giorni una nuova opportunità per l’utente-stratega che prenota la struttura ricettiva: il cancellation grace period.

Andiamo in ordine e cerchiamo di capire cosa sia il cancellation grace period (volgarmente tradotto come periodo di tolleranza della prenotazione).

Ieri sono arrivate delle prenotazioni  da parte di Booking.com con una strana dicitura nelle note:

Reservation Grace Period di Booking.com

Reservation Grace Period

Che significa cancellation grace period ?

E’ un tempo di tolleranza o di attesa supplementare per addebitare o preautorizzare l’importo totale della prenotazione o della penale. Negli esempi sopra riportati che riguardano delle prenotazioni rimborsabili è stato richiesto dal cliente un cancellation grace period di 24 ore. Su Facebook ho trovato però anche il commento di Stefano Tiribocchi, il quale sosteneva che il grace period viene applicato anche alle non rimborsabili.

Quali sono i benefici da parte dell’hotel e dell’utente?

Da parte dell’hotel nessun beneficio. Un ulteriore agonia nell’attesa di verificare se la carta di credito è coperta dell’importo corretto oppure no. Da parte dell’utente è un vantaggio perché le 24 ore successive alle prenotazioni alberghiere sono spesso soggette a ripensamenti.

Come eliminare la possibilità di spuntare l’opzione per il cancellation grace period ?

Dovete entrare sul vostro extranet di Booking.com e poi andare su Struttura –> Condizioni

Qui troverete tra le varie opportunità di settaggio la seguente:

Periodo di tolleranza su Booking.com

 

Entrando su Modifica o aggiungi info troverete le seguenti opzioni:

Cancellation grace period

“Risparmia tempo” 🙂

Evitando di commentare le prime due frasi che riporta Booking.com suggerisco vivamente di verificare questa opzione perché pare che Booking.com abbia spuntato di default a 24 ore.

Confidiamo ancora in un mondo ideale privo di cancellazioni o con penali quantomeno simboliche a ripagare della grande fatica del personale della reception a gestire questo caos di prenotazioni e e facili cancellazioni, ma il trend è decisamente poco incoraggiante.

Buone cancellazioni a tutti!

Ha maturato una lunga e stimolante esperienza nel management alberghiero in varie località della costa Apuo-Versiliese con una gestione moderna e dinamica, cavalcando i cambiamenti del sistema turistico. Appassionato di Revenue Management e Brand Reputation, ha partecipato a progetti europei di Destination Marketing. Autore di vari articoli sulla questione “TripAdvisor” è co-autore del libro “Turismo e Reput’azione”.

Lascia un commento

 
booking engine hotel

channel-manager

Altri post del nostro blog

vedi tutti