Avviamento commerciale e social network

Probabilmente fino a qualche anno fa era relativamente facile calcolare e quantificare l’avviamento commerciale di un azienda. Negli ultimi anni però, con la crescita dei social network, non si possono trascurare nuove componenti.

Un amico mi ha confidato la scorsa settimana, date le innumerevoli difficoltà di questo periodo, che vorrebbe vendere l’azienda alberghiera. Lo sfogo lo conosciamo tutti: pochi clienti, molti costi, molte tasse, non c’è più marginalità ecc.

Abbiamo quindi discusso di quanto può valere un’attività commerciale di questo genere. Chi è che investirebbe in questo momento nell’acquisto di un attività alberghiera e quanto sarebbe disposto a spendere? Ovviamente c’è una sorta di ridimensionamento delle pretese che corrisponde ad un allineamento al mercato. Sicuramente un commercialista riesce a quantificare meglio il valore dell’attività in base ad alcuni parametri standard. Lo stesso professionista però, potrebbe trovarsi in difficoltà a determinare la plusvalenza determinata dalla “rete“.

Credo che sia buona prassi, dopo aver quantificato un valore generale e approssimativo, cominciare ad analizzare anche il peso di una “presenza on line

Spesso sento dire, parlando di un albergo in zona trafficata, che è locato in un area di intenso traffico. Vuol dire che ha un maggior numero di possibilità acquisire nuovi clienti di passaggio. Per questa ragione, il prezzo dell’attività è più elevato rispetto ad un’attività nascosta e lontana dal passaggio. E allora perchè non ragioniamo allo stesso modo per quando riguarda un area virtuale ad intenso traffico. Se il sito web dell’albergo presenta giornalmente dati statistici entusiasmanti sul numero di visite, perchè non considerare quel plusvalore? Un buon SEO dovrà quindi essere considerato ai fini dell’avviamento commerciale.

E allora perchè non pensare a presenza, visibilità e performance sui social media?

Probabilmente sarà importante consocere il numero di fan, di follower, di interazioni. Sarà importante il valore del klout e il numero di matriale multimediale generato nel tempo.

Sicuramente sarà importante il valore del guest rating oppure il global index review. Sicuramente sarà fondamentale ai fini di una valutazione economica il posizionamento su Tripadvisor e derivati.

Azioni fraudolente potrebbero quindi incidere su un valore complessivo dell’attività commerciale.

L’attenzione va comunque focalizzata sulla sommatoria delle attività on line e sul plusvalore prodotto off line.

Per i tanti che chiedono costantemente di sapere qual’è il ROI sui social media, questo argomento potrebbe essere interessante….

Ha maturato una lunga e stimolante esperienza nel management alberghiero in varie località della costa Apuo-Versiliese con una gestione moderna e dinamica, cavalcando i cambiamenti del sistema turistico. Appassionato di Revenue Management e Brand Reputation, ha partecipato a progetti europei di Destination Marketing. Autore di vari articoli sulla questione “TripAdvisor” è co-autore del libro “Turismo e Reput’azione”.

Lascia un commento

 
booking engine hotel

channel-manager

Altri post del nostro blog

vedi tutti