La vostra pagina imprese su Google Plus

Google continua l’implementazione della sua piattaforma sociale, Google Plus, lanciando le pagine per le imprese. Non ci sono molte differenze con le “cugine” di Facebook ma Google non si arrenderà sicuramente e quindi aspettiamo le novità.

Nell’attesa, per chi volesse creare la propria pagina, Google ha pubblicato un utile vademecum che vi aiuta passo passo nel realizzarla.

Tramite il numero di telefono della vostra attività Google la individua e potete cominciare a personalizzarla specificando il vostro Sito web, le info di contatto e, come per i profili personali, i link consigliati ovvero la vostra presenza su altre piattaforme.

Le pagine funzionano più o meno come i profili ma una grande differenza rispetto ai profili personali sta nel fatto che le pagine non possono aggiungere persone alle loro cerchie se quelle persone non le hanno aggiunte a loro volta.

Altre differenze evidenziate da Google:

  • Nelle pagine non si possono aggiungere persone alle cerchie a meno che la pagina non sia stata prima aggiunta o menzionata.
  • Si possono creare pagine per una varietà di entità diverse mentre i profili possono essere creati solo per le persone.
  • L’impostazione predefinita della privacy per gli elementi del profilo della pagina è su pubblico.
  • Le pagine contengono il pulsante +1
  • Le pagine non possono fare +1 su altre pagine, né fare +1 su contenuti del Web.
  • Le pagine non possono partecipare ai giochi.
  • Le pagine non contengono l’opzione di condivisione alle “Cerchie estese”
  • Le pagine non ricevono notifiche via email, SMS o nella barra di Google.
  • Le pagine non possono partecipare ai videoritrovi sui dispositivi mobili.
  • Le pagine locali contengono campi specifici per consentire di trovare la posizione geografica fisica dell’attività.

Per sapere come creare una pagina non resta che seguire i CONSIGLI DI GOOGLE!

Ha maturato una lunga e stimolante esperienza nel management alberghiero in varie località della costa Apuo-Versiliese con una gestione moderna e dinamica, cavalcando i cambiamenti del sistema turistico. Appassionato di Revenue Management e Brand Reputation, ha partecipato a progetti europei di Destination Marketing. Autore di vari articoli sulla questione “TripAdvisor” è co-autore del libro “Turismo e Reput’azione”.

Lascia un commento

 
booking engine hotel

channel-manager

Altri post del nostro blog

vedi tutti