Il lavoro più bello al mondo

L’annuncio lo presentava come il lavoro più bello al mondo con un compenso da 70mila euro in sei mesi. Ma qual era il compito richiesto? Trasferirsi sull’isola di Hamilton in una casa immersa tra le palme, dare da mangiare alle tartarughe, osservare le balene, ritirare la posta e tenere, una volta a settimana, un blog fotografico.

Un contest fantasioso, presentato con le giuste parole e nei giusti modi.

Da un trafiletto di giornale, nasce la più azzeccata campagna di viral marketing mai esistita al mondo.

Un susseguirsi di immagini di natura incontaminata e di interviste bizzarre.

Ha maturato una lunga e stimolante esperienza nel management alberghiero in varie località della costa Apuo-Versiliese con una gestione moderna e dinamica, cavalcando i cambiamenti del sistema turistico. Appassionato di Revenue Management e Brand Reputation, ha partecipato a progetti europei di Destination Marketing. Autore di vari articoli sulla questione “TripAdvisor” è co-autore del libro “Turismo e Reput’azione”.

Lascia un commento

 
booking engine hotel

channel-manager

Altri post del nostro blog

vedi tutti